Quel Mostro di Lore
vent'anni | occhioni marroni
capelli rossi | Noa ♥

Non ho mai capito come faccia a ridere in quel modo, ma penso che sia perché ha pianto molto. Oriana Fallaci

La Ponzii dice che devo smetterla di scrivere di M. La pensano come lei almeno altre quindici persone. Mi sto convertendo, piano piano eh.
(La Ponzii: « :/ Seee…»)

Lore: «Lei è molto forte!»
Sig.ra Heloisa: «Chi? Io?! No guarda, ti sbagli. Io ho tantissima paura, non sono forte. :)»
Lore: «Siamo in due Sig.ra Heloisa, siamo in due…» e via gli occhi lucidi. || 22.04.14

Le lezioni di Letteratura diventano ogni volta sempre più difficili. Questa sera avrò seguito un quarto d’ora, il resto del tempo l’ho passato a guardare il Prof. Ha la fede ed ho pensato che sua moglie dev’essere proprio fortunata. 
È uno dei pochi prof che mi trasmette/sprona a sapere sempre di più, difatti le sue lezioni sono quelle in cui mi vengono in mente un sacco di cose che non so e che voglio sapere/imparare. Immagino che arriva a casa e saluta calorosamente la moglie con un sorriso, con un bacio sulla fronte; lo immagino molto colto ed intelligente e poi ha quel modo di spiegare che, accidenti, starei ad ascoltarlo per ore. È M. a quarant’anni, porca troia (concedetemelo, sù - no, ora non comincerò a parlare di lui, ve lo prometto). Nel caso avesse dei figli me li immagino già avviati al pianoforte o alla danza classica, di certo non a robe tipo calcio o pallavolo. Ma perchè io non trovo un tipo così, accidenti?! || 22.04.14

Heloisa è una signora di circa 60 anni - anno più anno meno - e circa un mese fa ha perso il marito. Stamattina è venuta in negozio da me ed abbiamo fatto due chiacchere. In quei venti minuti mi ha passato una calma, una serenità che non so spiegare (a me, che in questo periodo vorrei mangiar viva ogni persona che mi si piazza davanti). Aveva degli occhi meravigliosi, pieni d’amore. Ricordo che, quand’ero piccola, ero andata dalla signora Heloisa con i miei nonni e lei mi aveva offerto del gelato. E niente, pensa che dovrebbero esserci, o almeno io dovrei conoscere, più persone come la signora Heloisa. || 22.04.14

«Non importa se pesi 40 kg o 90. Non importa se hai gli occhi azzurri,verdi,grigi o marroni. Il colore dei tuoi capelli. Se a scuola hai la media del 5 o del 9. Se sei fidanzata da qualche mese o se non hai mai dato il tuo primo bacio. Potrai cambiare, crescere. Ma le altre avranno sempre qualcosa in più che vorrai. Devi accettarlo, ma soprattutto, devi accettarti.»

Vi racconto com’è la mia situazione stamattina. ;) Dunque, stamattina sono in casa, in pigiama, con dei capelli che fanno schifo mentre M. e la Compagnia sono a divertirsi felici e contenti da qualche stracazzo di parte. Fede, il mio animatore, dice che sto radendo al suolo, che sono a terra, che non sono più la Lolla di un tempo. Aggiunge anche che mi aspetto troppo da M. e che con ho più sedici anni per fare queste storie per una Compagnia, che non devo diventare cattiva o acida ma cercare di farmi scivolare tutto addosso ed andare avanti. Cioè, io sono incazzata nera, okay? Ma proprio nera nera se penso a tutto quello c’è intorno. Adesso basta, ciao. ’fanculo và!

ps. Sono stata molto brava, non ho messo un sacco di “stracazzo” che nella stesura mentale c’erano, eccooome se c’erano! || 21.04.14

Che tristezza….mama

"Nel momento giusto, non ho mai trovato le parole adatte. Eppure ero piena di cosa da dire.”
maniruvide, on Tumblr
©